domenica 14 settembre 2008

Qualcosa su Brahms

Johannes Brahms rispondeva agli amici viennesi che lo sollecitavano: " non comporrò mai una Sinfonia. Non avete idea di cosa provi un uomo come me nel sentir marciare alle sue spalle un gigante..."
Era nato ad Amburgo il 7 maggio 1833 ed era stato indirizzato alla musica dal padre contrabbassista e suonatore di corno nella banda Municipale. Le prime esibizioni in pubblico risalgono all'infanzia ma avvenivano nelle osterie "per due talleri e cognac a volontà", e sarà un cumulo di esperienze che lo segnerà per tutta la vita. La prima svolta svolta importante fu l'incontro con casa Schumann verso i vent'anni. A trenta comincerà a conoscere fama ed onori a Vienna. La sua tomba fu posta al fianco del "gigante" Beethoven.
Clicca qui per approfondire

4 commenti:

Elia ha detto...

viva Brahms ordunque,immagnifico "gigante" nonchè erede di Beethoven

Elena ha detto...

Ciao, Alberto!
Da come scrivi si capisce che Brahms ti piace tantissimo. Condivido questa passione... in particolare amo molto gli Intermezzi dell'op. 118. Che ne pensi?
Un caro saluto, e a presto

BlogMaster ha detto...

Grazie Elena del tuo intervento. Come stai? Vero, Brahms è una delle mie grandi passioni. Sembra una favola, ma il mio amore per la sua musica è nato durante i miei studi a Monaco. Un giorno feci un giro in bicicletta in un bosco vicino alla mia abitazione, a Monaco, ed ebbi il "contatto". Da allora la sua musica mi affascina per profondità, significati e coinvolgimento. Gli intermezzi op. 118 penso siano un'opera che non abbia pari nella storia delle brevi composizioni per pianoforte.In essi trovo il senso dell'intuizione del mondo di significati che sfuggono alla nostra quotidiana comprensione e la struggente meraviglia di una rivelazione inaspettata.
Ehm... mi sono lasciato prendere!
Ciao

Elena ha detto...

... "Una rivelazione inaspettata"...
non potevi rendere meglio la magia di questi brani.
Spero di sentirti ancora parlare di Brahms e spero anche di sentirtelo **suonare** ... è un autore che ti sta a pennello :-D

Un abbraccione e - davvero - a presto!